Istituti
Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza – IRSIFAR

L’Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza (IRSIFAR) costituito a Roma nel 1964 per iniziativa di Ferruccio Parri, fa parte della rete degli Istituti storici della Resistenza – associati all’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia “F. Parri” con sede a Milano – svolge attività di ricerca e di studio nell’ambito della storia contemporanea, promuove iniziative culturali e pubblicazioni. Organizza corsi, seminari e laboratori per la formazione storica degli insegnanti e degli studenti.
L’Istituto possiede una biblioteca specializzata sui temi e i problemi della storia italiana del Novecento, un archivio storico dichiarato di notevole interesse dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio e posto sotto la sua tutela.
La sua fisionomia culturale e scientifica si definisce attraverso il rapporto stretto fra riflessione sul dibattito storiografico, divulgazione delle sue tematiche e attività di ricerca storico sociale.
L’IRSIFAR, in quanto associato all’INMSLI, è soggetto accreditato per la formazione, la ricerca didattica ha sempre caratterizzato il suo impegno; “insegnare la contemporaneità” è al centro della riflessione e delle iniziative per la formazione degli insegnanti e degli studenti.

Il patrimonio archivistico

 
Il nucleo originario dell’Archivio, denominato “Ricerche e documenti”, è costituito dalla documentazione e dalle ricerche relative al tema della Resistenza e contiene anche documenti originali, in copia o trascritti, frutto di ricerche storiche promosse dall’Istituto; nel corso degli anni a questo nucleo originario si sono poi aggiunti documenti donati da studiosi o soci dell’Istituto.
Un secondo archivio è costituito da “Memoria di carta”, un’ampia documentazione sui movimenti politici giovanili e studenteschi sviluppatisi nell’Italia repubblicana dagli anni Sessanta agli anni Novanta del ’900. La raccolta è frutto di donazioni di singoli militanti e di associazioni.
Completano la storia e il patrimonio documentale dell’Istituto altri due fondi: l’Archivio istituzionale, che conserva i verbali delle riunioni degli organi collegiali, la corrispondenza generale e tutti i documenti relativi alla gestione dell’Istituto, e l’Archivio sonoro, costituito da registrazioni di interviste a testimoni e protagonisti della Resistenza, nonché di convegni, seminari ed eventi diversi promossi dall’Istituto dagli anni settanta in poi.
Nel tempo si sono aggiunti fondi privati: il fondo Nicola Gallerano, già presidente dell’Istituto, donato all’IRSIFAR dalla famiglia nel 1998 dopo la sua morte, conserva tutto l’archivio personale dello storico: articoli, materiali di ricerca, documenti, corrispondenza e appunti relativi alla sua attività scientifica; il fondo Ruggero Zangrandi, donato dalla figlia nel 2007, è un patrimonio documentale di grande valore per la storia italiana dal fascismo alla Repubblica; il fondo Aldo Cucchi è costituito da documenti riguardanti la Resistenza in Emilia-Romagna negli anni 1944-1945.

FONDI ISTITUZIONALI

    • IRSIFAR. Archivio istituzionale (1955-2001)

 

    • IRSIFAR. Archivio multimediale (1972-2006)

 

    IRSIFAR. Ricerche e documenti (1898-2003)

PROGETTO MEMORIA DI CARTA
(43 fondi archivistici per 175 buste, 1949-1999)

    • Centro operativo tra genitori per l’iniziativa democratica e antifascista nella scuola-COGIDAS (1971-1978)

 

    • Collettivo politico Antonio Gramsci di Rieti (1974)

 

    • Movimento della Pantera (1989-1991)

 

    • UNURI (1952-1968)

 

    • Hélène Angiolini (1972-1978)

 

    • Raoul Antonelli (1963-1977)

 

    • Laura Arduini (1976-1986)

 

    • Massimo Argenti (1964-1968)

 

    • Stefania Bernardi (1973-1989)

 

    • Gisella Bochicchio (1972-1975)

 

    • Antonio Ceccotti (1968-1985)

 

    • Ferruccio Cesaretti (1965-1974)

 

    • Guido Crainz (1965-1978)

 

    • Lucio D’Angelo (1984-1999)

 

    • Maurizio Di Giacomo (1968-1997)

 

    • Ester Fano (1964-1980)

 

    • Marco Grispigni (1970-1984)

 

    • Massimo Ilardi (1956-1980)

 

    • Stefano Lepri (1970-1972)

 

    • Franco Lipparini e Stefania Raspini (1959-1989)

 

    • Giovanni Lisi (1956-1998)

 

    • Giovanni Maggia (6/5/1969-15/7/1970)

 

    • Virginio Massimo (1967-1996)

 

    • Raul Mordenti (1962-1990)

 

    • Giovanni Musci (1972-1976)

 

    • Leonardo Musci (1972-1979)

 

    • Paolo Palazzi (1966-1978)

 

    • Pierandrea Palladino (1961-1984)

 

    • Daniela e Donatella Panzieri (1975-1977)

 

    • Giovanni Paoloni (1968-1982)

 

    • Antonio Parisella (1953-1991)

 

    • Massimo Pasquini (1961-1977)

 

    • Paolo Pavin (1973-1978)

 

    • Claudio Pavone (1949-1982)

 

    • Alberto Poli (1958-1983)

 

    • Alessandro Roncaglia (1968)

 

    • Rossana Rossanda (1964-1968)

 

    • Rossana Sgarri (1968-1977)

 

    • Danco Singer (1966-1984)

 

    • Francesca Socrate (1967-1974)

 

    • Lucia Strappini (1957-1987)

 

    • Vittorio Vidotto (1960-1978)

 

    Marcello Vigli (1975-1980)

FONDI DI PERSONE

    • Aldo Cucchi (1944-1945)

 

    • Nicola Gallerano (1959-1996)

 

    Ruggero Zangrandi (1929-1970)

Contatti

Casa della Memoria e della Storia
Via San Francesco di Sales, 5 – 00165 Roma
tel. e fax 06.6861317
[@] irsifar@libero.it

Presidente: Paola Carucci
Direttore: Anna Balzarro

Orario di apertura: lunedì-mercoledì: 10-16; giovedì-venerdì: 10-14.

Progetto realizzato grazie al contributo di